Tassare la chirurgia estetica? Ecco l’esempio della Corea del Sud

Il governo della Corea del Sud ha introdotto una tassa del 10 per cento da applicarsi su tutti gli interventi di chirurgia estetica.

Lo scopo del balzello è quello di rifinanziare le proprie politiche del welfare a favore dei meno abbienti, andando ad attingere dai portafogli di quelle persone sufficientemente “ricche” da potersi permettere operazioni di chirurgia plastica, e non solo.

Details