Prepararsi all’intervento di blefaroplastica: cosa fare prima e dopo

blefaroplastica

L’intervento di blefaroplastica, noto anche come chirurgia delle palpebre, è rivolto a correggere le imperfezioni estetiche sia delle palpebre superiori che di quelle inferiori. La blefaroplastica è diventata sempre più diffusa nel corso degli anni, non solo per migliorare l’aspetto della zona perioculare, ma anche per migliorare la visione e alleviare i sintomi fastidiosi legati alle palpebre cadenti e alle borse sotto gli occhi. 

Tuttavia, è importante sottolineare che la blefaroplastica è un’operazione chirurgica che comporta rischi e può avere complicazioni. Pertanto, è fondamentale che le persone interessate comprendano appieno sia i potenziali benefici che i rischi associati all’intervento, e consultino un chirurgo plastico qualificato per ricevere una consulenza personalizzata per il proprio intervento di blefaroplastica a Firenze

Prima dell’intervento

La visita pre-operatoria è una fase cruciale per assicurarsi un intervento di blefaroplastica sicuro e con ottimi risultati. Grazie al colloquio con il chirurgo, è possibile discutere dei propri desideri ed aspettative. Infatti, durante la visita, è importante comunicare apertamente con il chirurgo e fargli presenti le proprie aspettative sull’intervento. 

È importante discutere anche dei potenziali rischi associati alla blefaroplastica, così come delle misure preventive che possono essere prese per ridurli al minimo. In questo modo, è possibile prendere una decisione informata sull’intervento e assicurarsi il miglior risultato.

Una volta affrontati i temi teorici, il chirurgo si occuperà di esaminare le palpebre del paziente per determinare il piano di trattamento più adatto, per poi spiegare accuratamente le opzioni disponibili per la blefaroplastica.

Inoltre, il chirurgo potrebbe richiedere alcuni esami pre-operatori, tra cui alcuni prelievi ematici, un elettrocardiogramma e una visita oculistica con test di lacrimazione, per assicurarsi che il paziente sia in buona salute e che non ci siano controindicazioni all’intervento chirurgico.

Istruzioni per il giorno dell’intervento

Nei giorni precedenti all’intervento, è essenziale seguire una dieta equilibrata ricca di frutta, verdura, proteine magre e cereali integrali. Si consiglia, inoltre, di evitare alimenti che possono causare gonfiore, come cibi ricchi di sale e bevande gassate. In aggiunta, è fondamentale bere molta acqua per mantenere un grado di idratazione sufficiente, e non consumare alcol.

Inoltre, potrebbe essere necessario interrompere l’assunzione di alcuni medicinali, come gli antinfiammatori e i farmaci anticoagulanti, che possono aumentare il rischio di sanguinamento durante l’intervento. Si consiglia di discutere preventivamente con il chirurgo di qualsiasi farmaco o integratore che si sta assumendo regolarmente per determinare se è sicuro continuare a prenderlo prima della blefaroplastica.

Al momento di recarsi in clinica, è importante assicurarsi di avere a portata di mano tutti i documenti necessari, come la carta d’identità e la documentazione relativa all’intervento. Inoltre, è consigliato munirsi di abiti comodi da indossare dopo l’operazione e di portare con sé un paio di occhiali da sole, utili per alleviare l’eventuale fastidio causato dalla luce nella fase di guarigione.

Gestione dell’ansia e del nervosismo

Affrontare un intervento chirurgico come la blefaroplastica può essere un’esperienza emotivamente impegnativa, che può provocare ansia e paura. Per gestire il nervosismo e mantenere la calma, può essere utile praticare tecniche di respirazione profonda, come la respirazione diaframmatica o quella quadrata. 

È importante, inoltre, affidarsi al supporto di amici e familiari, in modo da elaborare le proprie emozioni e affrontare nel migliore dei modi le proprie paure riguardo all’intervento. Si consiglia anche di confrontarsi con altri pazienti che hanno già affrontato o pianificano di sottoporsi alla blefaroplastica. Infatti, condividere le proprie preoccupazioni e le proprie esperienze con persone simili può essere molto rassicurante e incoraggiante.

Per affrontare l’intervento con minore paura possibile, è importante informarsi accuratamente sulla procedura e assicurarsi di comprendere a pieno i tempi e le modalità di guarigione. Per questo motivo, è essenziale parlare apertamente con il chirurgo e il personale medico riguardo alle proprie preoccupazioni, in modo da poterle affrontare insieme e trovare le soluzioni adatte.

Dopo l’intervento

È normale sperimentare alcuni disagi e fastidi nel post-operatorio immediato. Infatti, è abbastanza comune avvertire gonfiore e sensazione di tensione intorno agli occhi dopo la blefaroplastica. 

Per questo motivo, il chirurgo potrebbe prescrivere dei farmaci antinfiammatori per alleviare il disagio. In questa fase, è importante seguire attentamente le istruzioni del chirurgo riguardo all’assunzione dei medicinali e contattarlo se il fastidio diventa eccessivo o persistente.

Inoltre, il chirurgo potrebbe applicare delle medicazioni o delle garze agli occhi dopo l’intervento di blefaroplastica. In aggiunta, potrebbe essere prescritta una pomata oftalmica da applicare agli occhi per prevenire eventuali infezioni e per mantenere la zona idratata. 

Il ghiaccio è un rimedio naturale contro il gonfiore post-operatorio, che può anche alleviare la sensazione di dolore. È possibile applicare sacchetti di ghiaccio o impacchi freddi sugli occhi per brevi periodi di tempo, assicurandosi di farlo con delicatezza e di seguire sempre le istruzioni del chirurgo.

Inoltre, nei giorni successivi all’operazione, è importante riposare e limitare l’attività fisica, evitando di sollevare pesi e di fare movimenti bruschi che potrebbero aumentare il rischio di sanguinamento o complicazioni.

Tempi di recupero e convalescenza

Il tempo necessario per riprendere le normali attività dopo la blefaroplastica varia da persona a persona, a seconda del tipo di intervento, della propria salute generale e della risposta individuale al trattamento. 

Tuttavia, generalmente, è possibile riprendere le normali attività quotidiane entro pochi giorni dall’intervento chirurgico, ad eccezione dell’attività sportiva. Inoltre, se il proprio lavoro non richiede sforzi fisici intensi, molto probabilmente si potrà riprendere entro una settimana dall’operazione. 

Durante il periodo di guarigione, è importante non sfregare gli occhi per prevenire il rischio di infezioni e danni alla zona trattata. Inoltre, si consiglia di indossare occhiali da sole per proteggere gli occhi dai raggi solari e da altri agenti atmosferici potenzialmente pericolosi.

Inoltre, per monitorare i progressi del paziente e valutare i risultati dell’intervento, il chirurgo programmerà delle visite di follow-up. È importante partecipare a tutte le visite di controllo pianificate e segnalare eventuali sintomi o preoccupazioni al chirurgo, che risponderà ad eventuali domande e dubbi.

Risultati e benefici della blefaroplastica

I tempi per vedere i risultati definitivi della blefaroplastica sono variabili, in quanto dipendono da diversi fattori, tra cui il tipo di intervento selezionato e il grado di gonfiore riscontrato nel post-operatorio immediato. 

Tuttavia, la maggior parte del gonfiore iniziale dovrebbe scomparire entro le prime settimane, nonostante potrebbero essere necessari alcuni mesi per vedere i risultati definitivi. Le cicatrici dovute alla blefaroplastica, invece, sono generalmente nascoste nelle pieghe naturali delle palpebre e tendono a sbiadire completamente entro sei mesi o un anno dall’intervento.

La blefaroplastica può portare a miglioramenti estetici significativi, riducendo la pelle in eccesso e le borse sotto gli occhi, oltre che a contrastare i segni dell’invecchiamento. Inoltre, può migliorare la visione in caso di ptosi palpebrale, migliorando notevolmente il campo visivo.

Infatti, molte persone che si sottopongono alla blefaroplastica riportano un aumento significativo dell’autostima e della qualità della vita generale: sentirsi soddisfatti del proprio aspetto può portare a una migliore percezione di sé.

Consigli per una convalescenza serena

Per assicurarsi una convalescenza serena in seguito all’intervento di blefaroplastica, è necessario innanzitutto mantenere una dieta sana ed equilibrata, ricca di frutta, verdura, proteine magre e cereali integrali per favorire la guarigione e ridurre il gonfiore. Inoltre, è importante accertarsi di bere abbastanza acqua per mantenersi idratati e favorire il processo di guarigione.

Inoltre, come si è visto, è importante evitare l’esercizio fisico intenso e gli sforzi pesanti nelle prime settimane dopo l’intervento per evitare complicazioni e favorire una guarigione ottimale, concedendosi così il tempo necessario per guarire completamente.

Per affrontare la guarigione nel modo migliore, è fondamentale mantenere uno stato mentale positivo e ottimista, cercando di dedicarsi ad attività rilassanti e piacevoli. Inoltre, si consiglia di parlare con amici o familiari per ricevere il supporto emotivo necessario durante il processo di guarigione.

Seguendo attentamente questi consigli, ascoltando tutte le istruzioni del proprio chirurgo e partecipando alle visite di i follow-up è possibile assicurarsi una guarigione ottimale e ottenere i migliori risultati possibili dalla blefaroplastica.

Borse sotto gli occhi: trattamento laser

Proprio come la cellulite, anche le borse sono democratiche. Non importa quanto una persona sia magra o in forma o quanto si prenda cura di sé, talvolta stress e genetica mettono lo zampino ed ecco che attorno all’occhio ci troviamo a gestire un gonfiore localizzato. Spesso borse e occhiaie vanno di pari passo, costringendo le persone a cercare rimedi efficaci ma niente paura, ci sono dei trattamenti efficaci. Avete mai sentito parlare del laser per rimuovere borse sotto gli occhi? Continuate a leggere per saperne di più.

Quali sono le cause delle borse sotto gli occhi?

Le borse sotto gli occhi sono aree scure e gonfie della pelle, di solito intorno agli occhi. Sono causate da un accumulo di liquidi negli strati inferiori della pelle, sotto gli occhi. L’eccesso di liquidi è causato da una combinazione di fattori, tra cui la genetica, l’invecchiamento, la mancanza di sonno, una dieta scorretta e persino lo stress. Sebbene siano molto comuni, la maggior parte delle persone desidera eliminarle.

Le cause delle borse sotto gli occhi sono molteplici, tra cui la genetica, l’invecchiamento, la mancanza di sonno, una dieta scorretta, alti livelli di stress, allergie e alcune malattie.

Genetica – Le borse sotto gli occhi sono spesso ereditarie e si ritiene che siano causate dalla genetica. Se in famiglia ci sono persone con le borse sotto gli occhi, è più probabile che le abbiate anche voi. Le borse sotto gli occhi possono essere causate da una combinazione di genetica e invecchiamento.

Invecchiamento – Con l’invecchiamento, il nostro corpo produce meno collagene, una proteina che mantiene la pelle idratata ed elastica. La riduzione del collagene porta a una pelle più secca, che può causare cedimenti e borse sotto gli occhi.

Mancanza di sonno – Le borse sotto gli occhi possono essere causate anche dalla mancanza di sonno. Alcuni studi hanno dimostrato che la mancanza di sonno può portare a un aumento del cortisolo, un ormone che può causare ritenzione di liquidi.

Stress – Anche i livelli di stress più elevati possono provocare la comparsa di borse sotto gli occhi. Lo stress è stato collegato a un aumento dei livelli di cortisolo, che può portare a un aumento della ritenzione idrica, causando le borse sotto gli occhi.

Benefici del trattamento laser per le borse sotto gli occhi

Il trattamento laser è un modo molto efficace per ridurre l’aspetto delle borse sotto gli occhi. Agisce aumentando il flusso sanguigno nell’area, con conseguente riduzione dell’aspetto delle borse sotto gli occhi. Il trattamento laser è anche molto rapido e di solito viene completato in poche e brevi sedute. I vantaggi del trattamento laser per le borse sotto gli occhi sono numerosi, tra cui:

– Rapidità – Il trattamento laser è molto rapido. Molti trattamenti vengono completati in pochi minuti e viene ripetuto in poche sedute. Ciò può contribuire a ridurre l’inconveniente di dover sottrarre tempo al lavoro o alla scuola.

Basso rischio – Affidandosi a medici e specialisti del settore, il rischio eventuale di problematiche post trattamento o di inefficacia si abbassano e rasentano lo zero. È quindi importante non badare solo al risparmio ma affidarsi a veri professionisti.

Efficacia – È stato dimostrato che il trattamento laser è molto efficace nel ridurre l’aspetto delle borse sotto gli occhi. È ancora più efficace se si segue anche uno stile di vita sano.

Come eliminare le borse sotto gli occhi

Esistono diversi modi per ridurre o eliminare le borse sotto gli occhi, tra cui:

Una dieta sana – Un’alimentazione sana può contribuire a ridurre la comparsa delle borse sotto gli occhi. Alcuni studi hanno dimostrato che una dieta ricca di alimenti contenenti vitamina C, come arance, pomodori e broccoli, può contribuire a ridurre la comparsa delle borse sotto gli occhi. Altri alimenti utili per le borse sotto gli occhi sono le mandorle, l’avocado, le carote e il salmone. Una dieta sana e ricca di questi alimenti può aiutare a mantenere la pelle idratata, riducendo così la comparsa delle borse sotto gli occhi.

Dormire a sufficienza – Dormire a sufficienza può contribuire a ridurre la comparsa delle borse sotto gli occhi impedendo l’aumento dei livelli di cortisolo. Idealmente, gli esperti del sonno raccomandano di dormire tra le sette e le nove ore per notte. Tuttavia, la maggior parte delle persone, compresi molti medici, non dorme abbastanza. Se avete delle borse sotto gli occhi, potrebbe essere un segno che non dormite abbastanza.

Esercizio fisico regolare – L’esercizio fisico regolare è un altro modo per ridurre la comparsa delle borse sotto gli occhi e si ritiene che riduca i livelli di cortisolo. Inoltre, è stato dimostrato che l’esercizio fisico migliora la qualità e la quantità del sonno, il che può contribuire a ridurre la comparsa delle borse sotto gli occhi.

Uso di creme per il contorno occhi – L’applicazione di una crema per il contorno occhi arricchita con ingredienti come la caffeina e i peptidi può contribuire a ridurre la comparsa delle borse sotto gli occhi. È stato dimostrato che le creme per gli occhi riducono la comparsa delle borse sotto gli occhi, comprese quelle causate dalle allergie.

Utilizzo di maschere per il viso – L’applicazione di una maschera per il viso arricchita con ingredienti come la vitamina C può contribuire a ridurre la comparsa delle borse sotto gli occhi. Anche le maschere per il viso arricchite con caffeina e peptidi possono contribuire a ridurre l’aspetto delle borse sotto gli occhi. 

Aprire un centro estetista: cosa è bene sapere?

come diventare una estetista

Se ti stai chiedendo come diventare un’estetista questo articolo sarà pronto a rispondere al quesito al fine di intraprendere una carriera lavorativa di successo. Navigando su internet, infatti, i volumi di ricerca relativi alla parola chiave “come diventare estetista professionale” sono piuttosto elevati, indice che la richiesta è pressante e continua. Questo perché i saloni di bellezza sono una delle attività più redditizie. Esaminando i dati il settore globale della bellezza e del benessere dovrebbe raggiungere un valore di 485 miliardi di euro entro il 2025. 

Un mercato che sembra non vacillare neanche in periodi di crisi, come quello che stiamo attraversando ora. Se hai sempre sognato di avviare un’attività in proprio, sarai felice di sapere che per intraprendere la professione sono necessari un percorso di studi adeguato e molta pratica. Il processo di apertura di un centro estetico, tuttavia, non è mai semplice poiché ci sono diversi aspetti da considerare prima di lanciare una nuova impresa. Ma se il motore che spinge la tua energia è quella della passione, allora sei già a metà dell’opera. 

Come diventare estetista: il percorso didattico

Come diventare una estetista? Prima di poter aprire un centro estetista bisogna frequentare un percorso didattico formativo. Inoltre, il corso deve essere autorizzato dalla Regione di riferimento come quello proposto dalla Scuola Estetica BSA che fornisce corsi autorizzati dalla Regione Lazio. Solo la regione, infatti, può riconoscere la qualifica professionale di operatore delle cure estetiche.

La durata del percorso formativo si attesta sulle 1800 ore complessive che corrispondono a un biennio di studio. Al termine chi frequenta il corso riceverà un attestato valido a livello nazionale ed europeo dovrà e riceverà la qualifica di operatore delle cure estetiche solo al superamento dell’esame finale. Per poter aprire un centro estetico, però, sarà necessario intraprendere il terzo anno di studi, utile a conferire la specializzazione e l’abilità professionale.

Per avviare l’attività in proprio bisognerà poi iscriversi alla Camera del Commercio e la partita IVA, comunicare l’apertura presso gli uffici comunali della residenza fiscale e, infine, ottenere il permesso igienico-sanitario dell’ASL di riferimento. 

Il locale adibito a centro estetico dovrà anch’esso adempiere a delle formalità legislative che riguardano la presenza di due bagni, uno per lo staff e uno per i clienti, uno spogliatoio per i dipendenti, dei pavimenti e delle pareti lavabili, un sistema di aerazione naturale e ogni cabina di lavoro dovrà essere provvista di un lavamani.

Aprire un centro estetista: i passi da seguire

Aprire un salone è una decisione importante ed è fondamentale fare ricerche prima di iniziare il processo. Il modo migliore per assicurarsi che un centro estetista abbia successo è pianificare in anticipo scelte e scenari futuri. Il primo passo è comprendere e anticipare le tendenze in fatto di estetica e moda nella nostra zona. La domanda di alcuni servizi potrebbe aumentare nei prossimi anni, mentre la necessità di altri potrebbe diminuire. Conoscere quali sono i trattamenti più richiesti e quelli in ascesa darà già un’impronta proficua all’attività perché sarà in grado di rispondere a un’esigenza di mercato.

In pratica, si sta parlando di redigere un modello di business. Il modello di attività del salone più adatto alla tua situazione specifica dipenderà dalle capacità, dall’esperienza e dalle conoscenze del settore. Nonché dalla disponibilità di spazio e di capitale. A questo proposito va trovato un locale adatto a svolgere l’attività.

Si può decidere di trovare una sede propria o in affitto che sia vicina a dove vivono e lavorano i clienti qualora ne avessimo già a disposizione. L’ubicazione del salone è importante anche ai fini del branding. Il marchio del salone rappresenta l’immagine del nostro lavoro e dei valori che vogliamo trasmettere. Per questo va realizzato un marchio univoco e distinguibile che ti possa identificare in mezzo al marasma della concorrenza. A tal fine, potrebbe risultare utile aprire un sito web e un account sui social media.

Un altro fattore di estrema importanza è il personale da assumere. I dipendenti sono fondamentali per decretare il successo dell’attività. Dovrai scegliere se assumere professionisti qualificati o formare nuovi dipendenti. Entrambi gli approcci presentano dei vantaggi e degli svantaggi. Nel primo caso dovrai dedicare più tempo alla selezione dei candidati ma si risparmierà sui costi di formazione. D’altro canto, l’assunzione di nuovi dipendenti, consente di dedicare più tempo alla loro formazione, risparmiando sui costi di assunzione.

Trapianto capelli Turchia costi: prezzi e pacchetti da esaminare

Trapianto capelli Turchia

Per trapianto capelli Turchia i costi quali sono? Chi sceglie di sottoporsi a questo intervento per poter risolvere un problema di calvizie si chiede spesso quanto dovrà spendere. Sono sempre più le persone che sono alle prese con la caduta dei capelli. Un fenomeno che, soprattutto negli ultimi anni, è cresciuto a dismisura a causa dello stress. Il modo in cui si manifesta, poi, crea un vero e proprio trauma. 

Si ritrovano i capelli sopra il cuscino, durante lo shampoo si perdono e a poco a poco si perde sempre di più la chioma, fino a quando non risulta svuotata completamente e rada. Il disagio provocato da tutto ciò è chiaramente molto forte e non è semplice affrontarlo. Guardarsi allo specchio diventa difficile e non ci si riconosce più l’immagine riflessa. Si presentano dunque sentimenti di tristezza, depressione e ansia. 

Chiedere aiuto è complicato, ma farlo può servire a risolvere il problema. Il trapianto di capelli risulta un’ottima soluzione per poter tornare a sorridere e dare una svolta positiva alla propria vita, ritrovando la chioma persa.

Trapianto capelli Turchia, i vantaggi 

Chirurghi altamente specializzati, dalle attrezzature moderne e innovative, sono elementi che hanno reso, nel tempo, la Turchia come la capitale mondiale per il trapianto di capelli. Oggi sono tantissime le persone costrette ad affrontare un vero e proprio trauma legato alla perdita della chioma. Un problema che colpisce sia uomini che donne e che ha delle ripercussioni non solo per quanto riguarda l’estetica, ma anche l’autostima e il benessere mentale.

I progressi avvenuti in campo medico nuove tecniche e procedimenti più rapidi consentono attualmente di ottenere dei buoni risultati e un processo di guarigione molto più veloce. Nel tempo la Turchia, grazie a tutto questo, è diventata un centro nevralgico per quanto riguarda il trapianto di capelli. I trattamenti sono di altissimo livelli e i prezzi assolutamente accessibili. 

Solo a Istanbul, infatti, ci sono centinaia di cliniche e questo alto livello di concorrenza provoca un abbassamento dei prezzi che però non è mai a discapito della qualità. Non sorprende dunque che tantissime persone decidano di raggiungere la Turchia per sorridere di nuovo con una chioma bella e folta.

Trapianto capelli Turchia, prezzi e pacchetti 

Quali sono i prezzi del trapianto di capelli in Turchia? La Clinica del Capello offre un pacchetto dedicato a chi vuole sottoporsi a questa operazione. L’offerta comprende un soggiorno di 2 Notti e 3 Giorni nel prestigioso Hotel RADISSONBLUE OTTOMARE 5 stelle. Un’analisi del capello e un intervento di autotrapianto presso la Clinica Anatomica. Viene garantito inoltre un servizio post-intervento, oltre ai farmaci e utilità. I clienti avranno poi a disposizione una navetta con autista per il trasporto e un interprete.

Come si effettua il trapianto

In Turchia si possono trovare i migliori chirurghi al mondo, esperti nel trapianto capelli. Tante soluzioni e tecniche di alto livello per contrastare i problemi di calvizie. Tra le operazioni più innovative c’è la FUE (ossia Follicular Unit Extraction). Si tratta di un procedimento chirurgico che è poco invasivo e che viene effettuato attraverso l’estrazione di unità follicolari con un successivo reimpianto che avviene nelle aree in cui non ci sono più capelli. I follicoli piliferi sono estratti senza lasciare delle cicatrici: si creano solo dei minuscoli segni che con i giorni scompaiono. 

Il procedimento viene realizzato applicando l’anestesia locale nell’area detta donante che è stata precedentemente rasata. In seguito vengono selezionate e ordinate le varie unità follicolari. L’inserimento viene realizzato grazie a piccole incisioni, all’interno di esse verranno innestati i follicoli, andando a ridistribuirli sistematicamente in base a criteri come densità, verso e naturalezza.

Faccette dentali prima e dopo

faccette-dentali-prima-dopo

Ci sono parti di noi che potrebbero metterci a disagio: c’è chi soffre per un naso troppo evidente, chi per i segni dell’acne e chi per un sorriso imperfetto. Riuscire a lavorare su queste problematiche tanto a livello psicologico quanto risolutivo è importante per fare in modo che si possa essere adulti sicuri di se stessi e pronti a dare il meglio in ogni ambito; è stato dimostrato che le persone sicure del proprio aspetto riescano più facilmente a dire la propria opinione o ad avere successo. Ecco perché vogliamo svelarti il segreto delle star per avere un sorriso impeccabile: le faccette dentali.

Non pensare che tutti si sottopongono a interventi invasivi e costosi, molte persone utilizzano proprio le faccette dentali. I prima e dopo di queste soluzioni sono incredibili; come mostrano i risultati delle faccette dentali di Studio Fedi il sorriso cambia completamente: il colore è più bianco, come se avessi fatto un trattamento sbiancante e la posizione dei denti è perfetta, come se avessi tenuto apparecchi per anni. Insomma, è una soluzione rapida per ottenere il sorriso che sogni ed è anche economica!

Faccette dentali prima e dopo

Sul sito web di Studio Fedi, il Dottore mette a disposizione alcuni esempi di lavori svolti in modo che si possa osservare come il trattamento ortodontico con Invisalign possa dare i risultati sperati; in primis si nota lo sbiancamento ma è anche possibile vedere come tutti quei problemi come denti storti, spaziature, bordi rotti o altro siano totalmente coperti ed eliminati.

Avendo messo a disposizione immagini di prima e dopo di faccette dentali di persone differenti puoi avere idea di come potrebbe venire anche un risultato applicato a te.

Faccette dentali: quando sceglierle?

Avere un sorriso perfetto esteticamente è il sogno di molti, i trattamenti dentistici però costano molto e gli apparecchi sono anche impegnativi da gestire e tenere a lungo. Ecco perché le faccette dentali, e in modo particolare quelle in ceramica, diventano una scelta vincente. Applicate solamente da veri professionisti esperti del settore possono aiutarti a coprire i difetti dentali, offrendo invece un sorriso bianco, sano e perfetto.

Chiaramente per poter durare a lungo è importante prendersene cura con una corretta igiene orale, facendo attenzione a prodotti che macchiano e soprattutto sottoponendosi a pulizia dei denti e controlli periodici. Tra le motivazioni per scegliere questa soluzione ci sono i denti storti: in caso la tua dentatura non sia perfettamente dritta o tu soffra di bruxismo, sicuramente le faccette dentali possono essere una scelta vincente.

Il trattamento di applicazione delle faccette dentali è doloroso?

Sappiamo che molte persone hanno paura del dentista, il dolore ai denti e i trattamenti solitamente sono molto fastidiosi ma possiamo tranquillizzarti: il trattamento di applicazioni delle faccette dentali non è doloroso; la parte di studio ed esame è totalmente indolore, una volta terminata l’applicazione si potrebbe avvertire fastidio per un piccolo periodo necessario perché il corpo si abitui.

Quanto durano le faccette?

Un’altra domanda, piuttosto comune, è relativa alla durata delle faccette. Possiamo dirti che la durata delle faccette è strettamente legata a come ti prendi cura dei tuoi denti; con pulizia giornaliera accurata, controlli costanti e pulizia dei denti anche da un professionista potranno durare anche oltre 10 anni senza necessità di intervento da parte degli specialisti.

Faccette prima e dopo: non per forza su tutti i denti

Molte persone credono che i prima e dopo delle faccette riguardino tutta la dentatura; devi sapere che però ci sono soluzioni mirate anche per intervenire solamente sulla parte interiore. Molti dentisti, se si cerca una soluzione prettamente estetica suggeriscono la possibilità di posizionare le faccette solo frontalmente. Chiaramente le singole situazioni sono da valutare con l’esperto che saprà consigliare al meglio.