Come contrastare la sudorazione ascellare eccessiva (osmidrosi)

Come contrastare la sudorazione ascellare eccessiva
Come contrastare la sudorazione ascellare eccessiva

Come contrastare la sudorazione ascellare: L’osmidrosi ascellare (sudorazione ascellare eccessiva) è una condizione in grado di costituire un significativo imbarazzo sociale.

I trattamenti tradizionali a base di agenti topici, agenti sistemici e a base della tossina botulinica sono efficaci solo temporaneamente, con la conseguenza di rendere doveroso un intervento più radicale per poter rallentare l’emersione del fenomeno, o interrompere i suoi effetti più visibili.

Per cercare di risolvere alla radice il problema e contrastare la sudorazione ascellare in modo efficace, alcuni medici chirurghi consigliano un’operazione che vada a escindere la ghiandola sudoripara:

un intervento particolarmente delicato, associato a molte potenziali complicazioni e, pertanto, spesso evitato dai medici, che preferiscono rivolgersi a valide alternative come il trattamento laser (applicazione sottocutanea della neodimio pulsata: una combinazione di ittrio – alluminio – granato che favorisce l’ablazione delle ghiandole sudoripare).

Come si interviene per contrastare la sudorazione ascellare eccessiva?

Il trattamento è effettuabile a livello ambulatoriale e in anestesia locale. In genere, viene utilizzato il Laser Smart Lipo, ad impulsi neodimio: ittrio – alluminio-granato, 1064-nm sistema laser.

La luce laser viene convogliata attraverso una micro cannula con un diametro di 1,0 mm in cui viene inserita una fibra ottica. Dopo una anestesia tumescente vengono effettuate due forature di piccole dimensioni con un ago calibro 18 al confine anteriore e distale di ciascuna ascella.

La cannula viene poi inserita nel livello di destinazione del derma – sub giunzione dermica e la profondità della punta della cannula viene tenuta sotto controllo grazie ad una guida transcutanea con un neon ad elio. Il monitoraggio diventa così estremamente importante per evitare danni in strutture più profonde come il plesso brachiale e i vasi sanguigni.

Contrastare la sudorazione delle ascelle efficacemente con il laser

Il laser viene applicato al tessuto con incannulamento ripetuto in modo incrociato. Il punto finale di esposizione è a 200 o 300 J per ogni griglia: la procedura per lato impiega da 5 a 15 minuti.

Terminato il trattamento, viene applicata una medicazione da tenere per 24 ore. Il trattamento non causa né edemi né gonfiori. Ecco quindi questo ottimo metodo per contrastare la sudorazione ascellare, un problema antipatico che affligge molte persone. Altri approfondimenti utili contrastare la sudorazione ascellare.