Chirurgia estetica rapida ed economica, attenzione ai rischi

Chirurgia estetica rapida ed economica, attenzione ai rischi. Dagli Stati Uniti sta giungendo anche in Europa una nuova moda in campo chirurgico estetico: le operazioni rapide e veloci, da effettuarsi nelle pause di lavoro.

Chirurgia estetica rapida ed economica, attenzione ai rischi

Ritocchini che servono a correggere il proprio aspetto nel brevissimo termine, ma che possono trasformarsi in veri e propri boomerang: senza una accurata precauzione e senza le cautele necessarie per poter garantire la salute di coloro che si sottopongono ai ritocchi improvvisati, il rischio di andare incontro a guai estetici è più che una lontana ipotesi.

Ad esserne convinto è anche Alberto Massirone, del Collegio delle società scientifiche italiane di medicina estetica, che fa il punto sulla tendenza (certamente inidonea) a effettuare anche nel nostro Paese operazioni chirurgiche estetiche low cost e ultra rapide.

Una tendenza impropria, poiché un trattamento veloce – afferma Massirone – si può fare dal parrucchiere, ma non certamente da un medico chirurgo.

L’attenzione non è tanto sulla tempistica dell’operazione (“Non escludo che in venti minuti si possa fare un trattamento” – dichiara Massirone) quanto sulla cautela e sulla perizia degli interventi (“… ma collegarlo alla pausa pranzo significa banalizzare tutto quello che c’è dietro” – aggiunge).

Insomma, trattamenti veloci sì, ma con una grande attenzione per gli studi preliminari sull’operazione, sui colloqui con il paziente e sul dialogo che non può che essere costante e sempre presente in un intervento di qualsiasi natura chirurgica.

Ma chi sono i profili – tipo di coloro che si sottopongono a questo genere di operazioni? Secondo quanto sta emergendo oltre Oceano, una clientela particolarmente diffusa è quella degli uomini in carriera che hanno ben poco tempo da dedicare al chirurgo, ma molta voglia di apparire.

Per quanto concerne invece i trattamenti applicati, spiccano laser, iniezioni di tossina botulinica, filler pret a porter, coolsculptin, criolipolisi e tanto altro ancora. Trattamenti senza anestesia, che generano un benessere immediato. Spesso, purtroppo, a discapito della sicurezza e della salute del paziente.